PAROLE, PAROLE, PAROLE


Gli SgaBellini

con i ragazzi dell’oratorio e dell’Azione Cattolica di Casalpusterlengo
Petra Aurora, Andrea Cigognini, Maria Cigognini,
Monica Cigognini, Davide Coluccino, Chiara
Frontori, Riccardo Maraboli, Erica Monico, Lorena Okoh,
Joelma Peviani, Beatrice Ratti, Lucrezia Sarina, Chiara
Scoglio, Gloria Spelta, Luca Valcarenghi, Diana Vischio, Linda Vischio
fonico Mattia Vignati

Sezione Teatro di Cittadinanza EVENTO COLLATERALE ALLA RASSEGNA

Venerdì 29 Agosto h 21.30 – Spiaggia del Gigante – ingresso gratuito
Ore 19.00 aperitivo con l’artista in Piazza Garibaldi

Nel caso in cui le condizioni del mare fossero avverse lo spettacolo andrà in scena al Teatro del Molo. 

Le parole siamo noi. Oppure come ci ricorda il titolo di un libro di Primo Levi “Le parole sono pietre” o come diceva Sergio Endrigo in una sua canzone “parole per fare rumore”, insomma… le parole sono importanti! Le parole possono fare male, molto, se non si scelgono e non si usano con tatto. Le parole possono lenire le ferite, esaltare o riscaldare il cuore, se pesate e meditate con cura. Le parole, si trasformano, cambiano significato dipende dall’espressione del volto, il tono della voce, gli atteggiamenti del corpo. Cinque storie si incrociano sul palcoscenico, storie fatte di: parole mai dette, belle parole, parole sbagliate, troppe parole. La quotidianità di un adolescente raccontata con la leggerezza della vita tutta da scoprire, della vita cantata a squarciagola in motorino, e che dentro il casco ti rimbomba nelle orecchie. Sì, uno spettacolo musicale, pieno di acerba passione ma anche di qualche dolore.

“We are the words” or like a Primo Levi’s novel title “words are stones” or like a Sergio Endrigo’s song “Words to make noise” anyway, words are so important… if you don’t choose your words carefully they can hurt, but words can also heal the wounds and warm the heart if correctly weighted. Five stories intersect on stage. Stories made by good words, never said words, wrong words, too much words… A musical show about a teenager singing riding his scooter with his unripe passion and some pain too.